Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti clicca su "Altro". Continuando accetti la nostra policy.

 

L'oratorio o chiesetta si trova sul lato ovest della villa ed è stato eretto nei primi anni del 1800, precisamente tra il 1805 e il 1806, quindi ben dopo la villa. Un documento incorniciato, che si può vedere in loco attesta la licenza rilasciata dalla Curia Episcopale di Padova a Giovanni Antonio Todeschini il 13 settembre 1805.

L'oratorio è sempre stato aperto al pubblico fino alla metà del 1900, cioè fino alla costruzione di una cancellata di recinzione; prima di allora la proprietà era limitata da alcuni paracarri, come testimoniano fotografie e dipinti.

Internamente ha una pianta ovale con un grazioso altare dedicato alla Madonna del Rosario la cui statua campeggia in una nicchia ad arco sopra l'altare. Il 7 ottobre di ogni anno, fino a qualche anno fa le porte si aprivano ai noventani devoti alla Vergine.

Sul frontone della facciata si possono notare tre piccole statue tardo settecentesche.

Iscrivitetevi alla newsletter per restare aggiornati sulle novità
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo